Come si gioca

cy1L’incontro fra l’immaginazione dei giocatori e quella del Game Master dà vita al gioco di The Strange – l’Anomalia. Il GM allestisce la scena, i giocatori descrivono le azioni dei loro personaggi e il GM narra cosa accade in seguito. Le regole e i dadi sono solo d’aiuto, non sostituiscono le persone e non determinano l’evoluzione della storia, tantomeno il divertimento. Se una regola è d’intralcio al modo in cui giocatori e GM preferiscono giocare, essi dovrebbero adoperarsi per modificarla di comune accordo.

Ecco come si gioca a The Strange – l’Anomalia:

1. Il giocatore descrive al GM l’azione del suo personaggio.
2. Il GM decide se questa azione sia una mera consuetudine (nel qual caso non c’è bisogno di effettuare alcun tiro per compierla) o se invece c’è una possibilità che il PG fallisca.
3. Se c’è una possibilità che il PG fallisca, il GM stabilisce quale caratteristica vada utilizzata per compiere l’azione (Vigore, Prontezza o Intelletto) e poi la sua difficoltà, cioè quanto sia ardua da compiere, con un numero tra 1 (molto facile) e 10 (impossibile).
4. Il giocatore e il GM verificano se vi siano o meno circostanze, come l’addestramento, l’equipaggiamento, le capacità speciali o azioni varie, che diminuiscano o aumentino la difficoltà dell’azione di uno o più gradi. Se questi modificatori riducono la difficoltà a 0, l’azione diventa una consuetudine e non richiede alcun tiro per essere compiuta.The-Strange-Female-Vector
5. Se l’azione non è una consuetudine il GM usa la difficoltà per calcolare il numero bersaglio, quel risultato cioè che il giocatore deve ottenere col tiro di un dado per compiere con successo l’azione (consultate la Tabella della Difficoltà delle Azioni). Il GM non deve riferire al giocatore il numero bersaglio, ma può fornirgli vaghi indizi, soprattutto se è ragionevole che il personaggio abbia almeno un’idea di quanto sia difficile o meno una certa azione (facile, più o meno difficile, impossibile).
6. Il giocatore tira un d20 e, se il risultato è pari o superiore al numero bersaglio, l’azione è stata compiuta con successo.

Questo è tutto e rappresenta in modo adeguato il tipico svolgimento di una qualsiasi azione: identificare uno strano congegno, calmare una creatura arrabbiata, scalare un precipizio o affrontare un planetivoro. Anche senza tener conto di tutte le altre regole è possibile giocare a The Strange – l’Anomalia tenendo a mente solo questi passaggi.

(Tutte le info dettagliate le trovate sul manuale nella Scatola Base).